Approfondimenti traumatologia spalla

Anatomia

La spalla è composta da componenti ossee, componenti muscolo-tendinee, componenti capsulo-legamentose e componenti vascolo-nervose.

Componenti ossee: sono la scapola, l'omero e la clavicola. Si articolano tra loro attraverso l'articolazione scapolo-omerale e acromion-claveare. La prima articolazione è formata dalla parte terminale dell'omero, definita testa e dalla parte laterale della scapola, definita glenoide. La seconda articolazione è formata dalla parte più laterale della clavicola e dalla parte terminale della scapola, definita acromion.

Componenti muscolo tendinee: sono molto numerose ma le più importanti, perché frequentemente coinvolte da malattie, sono la cuffia dei rotatori ed il capo lungo del bicipite brachiale. La cuffia dei rotatori, così definita perché avvolge la testa dell'omero proprio come una cuffia, è formata da quattro muscoli, definiti sottoscapolare, sopraspinato, sottospinato e piccolo rotondo, che originano dalla scapola per inserirsi, attraverso un tendine, nella parte terminale dell'omero. Il capo lungo del bicipite sta sotto la cuffia dei rotatori. Origina, fuso con il cercine glenoideo (vedi sotto), dalla parte più alta della glenoide, abbraccia la testa dell'omero e poi si dirige verso il basso all'interno di un canale osseo presente nell'omero definito solco bicipitale.

Componenti capsulo-legamentose: le due articolazioni presenti nella spalla, l'articolazione scapolo-omerale e l'articolazione acromion-claveare (vedi sopra) sono contenute all'interno di capsule di materiale fibroso. Il punto in cui la capsula dell'articolazione scapolo-omerale si inserisce alla glenoide è ispessito a formare una struttura definita cercine glenoideo che nella sua parte più alta si fonde con il capo lungo del bicipite brachiale (vedi sopra). L'articolazione scapolo-omerale è ulteriormente rinforzata da legamenti definiti gleno-omerale superiore, gleno-omerale medio e gleno-omerale inferiore in base alla posizione che occupano.
Nella spalla sono presenti altri legamenti importanti. Sono il legamento coraco-acromiale, teso fra la coracoide e l'acromion, che delimita insieme all'acromion stesso lo spazio di scorrimento della sottostante cuffia dei rotatori; e i legamenti conoide e trapezoide che stabilizzano la clavicola alla scapola.

Componenti vascolo-nervose: il sistema vascolare, attraverso le arterie che trasportano il sangue dal cuore alla spalla e le vene che trasportano il sangue dalla spalla al cuore, rappresenta la fonte di ossigenazione e nutrimento delle componenti ossee, muscolo-tendiee e capsulo-legamentose. Il sistema nervoso, attraverso i nervi che originano dal collo e si dirigono alla spalla e viceversa, è invece assimilabile ad un circuito elettrico attraverso cui il cervello impartisce gli ordini che consentono alla spalla di muoversi nello spazio in modo naturale.